Bandi Regionali Diagnosi Energetiche per le PMI

In data 22 Dicembre 2015 sono stati approvati i programmi presentati dalle Regioni finalizzati a sostenere la realizzazione di diagnosi energetiche e l’adozione di sistemi di gestione conformi alle norme ISO 50001 nelle piccole e medie imprese.

Le risorse messe a disposizione dallo Stato per il cofinanziamento dei programmi ammontano a circa 10 milioni di euro. Considerando anche le risorse che verranno allocate dalle Regioni, saranno disponibili 20 milioni di euro a copertura del 50% dei costi che le PMI sosterranno per la realizzazione delle diagnosi energetiche o per l’adozione di sistemi di gestione dell’energia conformi alle norme ISO 50001.

In testa alla classifica si è collocata la Lombardia, con circa 2,7 milioni, seguita dal Veneto con 1,3 milioni, e da Emilia Romagna e Piemonte, entrambe con 1,2 milioni.  L’iniziativa verrà replicata annualmente, fino al 2020.
Gli interventi ammissibili sono:

  • Diagnosi Energetica conformi all’allegato 2 del D.Lgs. 102/2014, esequiti in uno o più dei siti produttivi della proprietà della singola PMI (Purchè dislocati sul territorio della stessa regione)
  • Adozione di Sistemi di Gestione dell’Energia conformi alla norma ISO 50001.

Sono previsti i seguenti incentivi:

  • Pari al 50% della spesa sostenuta, fino ad un massimo di 10.000 euro, per le Diagnosi Energetiche
  • Pari al 50% della spesa sostenuta, fino ad un massimo di 20.000 euro, per i Sistemi di Gestione dell’Energia ISO 50001

Gli incentivi verranno accordati ed erogati, fatto salvi i vincoli tecnici e di rispondenza alla Normativa di quanto effettuato, esclusivamente in base all’ordine cronologico di presentazione delle domande.

Soggetti beneficiari

Gli incentivi sono concessi dalle Regioni e Province Autonome alle PMI operanti nel proprio territorio, selezionate attraverso apposito bando, a seguito dell’effettiva realizzazione da parte di ciascuna impresa di almeno un intervento di efficientamento energetico, tra quelli aventi tempo di ritorno economico inferiore o uguale a 4 anni suggeriti dalla diagnosi.
 
Per beneficiare delle agevolazioni concesse le PMI devono documentare le spese per la realizzazione delle diagnosi energetiche finalizzate alla valutazione del consumo di energia ed al risparmio energetico conseguibile. Il certificato di conformità del sistema di gestione dell’energia alla norma ISO 50001 dovrà essere rilasciato da un organismo terzo, indipendente e accreditato.
 
Le imprese beneficiarie, entro 30 giorni dalla ultimazione degli interventi previsti nella diagnosi energetica, dovranno inviare alle Regioni il rapporto di diagnosi, la documentazione attestante i costi sostenuti e il verbale di fine lavori o comunicazione di inizio esercizio relativa ai suddetti interventi.
 
Entro 30 giorni dal rilascio della certificazione di conformità alle norme ISO 50001, dovranno inviare alle Regioni la documentazione attestante la certificazione e i costi sostenuti per l’attuazione del sistema di gestione dell’energia conforme alle norme ISO 50001.
Fermo restando i precedenti vincoli temporali massimi, l’incentivo verrà fattivamente erogato alla PMI esclusivamente dietro presentazione della documentazione tecnica e fiscale che attesti:

  • L’effettuazione della diagnosi energetica e l’ultimazione dell’intervento obbligatorio di miglioramento dell’efficienza energetica
  • La certificazione di conformità del Sistema di Gestione dell’Energia alla Norma CEI IN ISO 50001

Approfondimenti Bandi Regionali

Per ricevere gli aggiornamenti sul Programma di agevolazioni diagnosi energetiche PMI inserisci la tua e-mail qui :

Per ricevere un'offerta su misura per la tua azienda scrivi a diagnosienergetica@futureenergy.it oppure chiama il numero 039 689 9854 interno 23.

In alternativa compila la form sottostante e verrai ricontattato:

 Richiesta informazioni


L'utente prende atto che i dati forniti saranno trattati ai sensi della Privacy Policy pubblicata su questo sito al momento della trasmissione.